Cosmoprof is coming


Ciao ragazze,

manca pochissimo alla fiera che la stragrande maggioranza di noi sta aspettando: Cosmoprof!

cpbo17_slider_web_1140x550

Per me sarà la prima volta e non vi nego che sono molto emozionata ed ansiosa di poter finalmente prendere parte a questa enorme fiera, proprio in occasione del cinquantesimo anniversario poi! Io sarò presente sabato 18 Marzo, abbiamo prenotato il treno tipo a Gennaio perchè abbiamo trovato un’offerta molto vantaggiosa con Italo. Avevamo anche pensato di fermarci per due giorni, ma i prezzi di alberghi e B&B nel periodo della fiera salgono davvero in maniera esorbitante.

Siccome mi è stato già detto che visitare tutto in una giornata sarà pressochè impossibile, ho scaricato dal sito del Cosmoprof sia la mappa che la lista degli espositori e come mio solito sto cercando di organizzare la visita in maniera scrupolosa proprio per cercare di perdermi il meno possibile.

Visiterò sicuramente la parte dedicata alla cosmetica ecobio ed i padiglioni dedicati al mondo delle unghie. Sono sicura che farò come i bambini al luna park urlando “ooooohhhh guarda questo! guarda questo!” ad ogni stand.. almeno fintanto che le amiche che mi accompagnano non si stuferanno e mi abbandoneranno da qualche parte ^_^

Alcuni consigli che ho letto in giro:

  • Abbigliamento comodo, possibilmente a strati perchè nei padiglioni in genere fa molto caldo e fuori magari le temperature non saranno ancora così piacevoli
  • Scarpe da tennis o comunque scarpe moooolto comode perchè ci sarà da camminare tantissimo
  • Trolley per riporre le varie brochure e gli acquisti ed i campioncini
  • Acquistate i biglietti prima di arrivare in fiera, salterete così le enormi code
  • Organizzate al meglio la vostra visita scaricando appunto la mappa e la lista espositori e segnatevi tutto magari su un quadernino ad-hoc
  • La fiera è anche ricca di eventi, consultate la sezione news del sito per essere aggiornatissime
  • Partite già con una lista dei prodotti che volete acquistare e, sopratutto, lasciate a casa la carta di credito 😀 Io caricherò il budget che mi sono prefissata sulla carta ricaricabile e tutto il resto starà al sicuro a casa….
  • Non spendete tutto il budget al primo stand 😀 Piuttosto girate e segnatevi le cose che vi attirano e poi ripassate per acquistarle. Rischiate di finire il budget e poi di passare davanti a stand con prodotti che magari vi attirano più di quelli che avete già acquistato
  • Portatevi il pranzo al sacco, per come mi ricordo io in occasione del Sana i punti ristoro sono sempre a: affollati b) carissimi c) con cose non sempre buone

E voi andrete al Cosmoprof? Avete altri consigli da darmi?

Artigiano in fiera


Ciao ragazze!

Ci avviciniamo all’apertura della ormai imperdibile manifestazione che negli ultimi anni è diventata un punto di riferimento per cercare pensierini di Natale, prelibatezze e curiosità da tutto il mondo, ma anche per vedere al lavoro i vari artigiani. Sto ovviamente parlando di ARTIGIANO IN FIERA; che ormai da 21 anni si svolge a Milano, più precisamente a Rho Fiera. Per il 2016 la fiera si svolgerà dal 3 all’11 Dicembre dalle ore 10 alle 22.30, l’ingresso, come sempre, è gratuito.

14333503102016_top-home-artigiano

Se avete intenzione di visitarla tutta io vi consiglio di dedicargli almeno due giorni. Tenete conto che la fiera sarà affollatissima. La fiera è comodamente raggiungibile con la metropolitana linea rossa, basta scendere al capolinea. Ricordatevi che il biglietto urbano non è valido, bisogna comprare quello per la fiera che costa 5 euro (andata e ritorno). Io sinceramente vi consiglio questa modalità per raggiungere il polo fieristico, i parcheggi per le auto sono costosi ed il traffico in questi giorni è sempre molto intenso. Piuttosto lasciate la macchina ad uno dei parcheggi di interscambio e poi proseguite con la metro.

Per chi non ci è mai stato, qualche numero: ci saranno circa 3.000 stand su 310.000 mq di esposizione. Circa 100 i paesi che esporranno i propri prodotti, 40 e passa ristoranti tipici.

In uno (ma meglio due) giorni potrete fare davvero il giro del mondo passando dai piatti tipici della Sicilia alla Paella alle empanadas….. senza dimenticare però i vegetariani oppure gli intolleranti al glutine.

Ci saranno esibizioni musicali, corsi di cucina, danze, spettacoli, suoni e profumi dal mondo.

Voi che fate? Un giretto ce lo fate? Io come sempre non mancherò 🙂

 

La leggenda di Jack o’ Lantern


Ebbene si ci siamo, stanotte è la notte più spaventosa dell’anno, Halloween!

1350916972

Si lo so, me ne rendo perfettamente conto, Halloween non fa di certo parte delle nostre radici cristiane, ma è innegabile che ormai è entrato a far parte delle nostre tradizioni più recenti.

Ma quanti sanno da dove nasce questa leggenda?

Il simbolo di Halloween per eccellenza è una zucca in cui viene intagliato un grottesco volto illuminato da una candela posta al suo interno.

Tale oggetto è ereditato dal folklore irlandese e trae origine dalla leggenda di un “Ne’er-do-well” (“non ne combino una giusta”) chiamato Stingy Jack, un fannullone e scommettitore dal brutto caratteraccio, assai dedito all’alcool.

Una sera di Halloween, dopo l’ennesima sbronza, gli apparve il Demonio intenzionato ad impossessarsi della sua anima da peccatore. Jack chiese al Diavolo che gli venisse concesso di bere un ultimo bicchierino. Ottenuto il permesso, si lamentò del fatto che non aveva nemmeno un soldo per pagare la consumazione, così pregò il Demonio di trasformarsi in una moneta da 6 pence. Avvenuta la mutazione, Jack afferrò la moneta e la mise nel suo portafoglio, avente la caratteristica di una croce ricamata sopra. Imprigionato irrimediabilmente, per riottenere la libertà, il Diavolo accettò il patto proposto da Jack, che consisteva nel posticipare di un anno la sua morte.
La vigilia di Ognissanti seguente, il Diavolo si ripresentò per ottenere l’anima dell’uomo. Questa volta Jack gli propose una scommessa: non sarebbe più riuscito a scendere da un albero. Il Diavolo sorrise ed accettò, salendo su un albero lì vicino. Fu allora che Jack incise sulla corteccia una croce, che impediva al Diavolo di saltare giù.

Con la vittoria in pugno, Jack propose al Diavolo un patto: egli avrebbe cancellato la croce, se lui si fosse impegnato a non tentarlo più. Dopo circa un anno, Jack morì. Al suo bussare alle porte del Paradiso venne risposto che non sarebbe potuto entrare perché aveva condotto una vita dissoluta piena di peccati. Giunto all’Inferno, anche il Diavolo gli negò il permesso di entrare, perché ancora offeso per come era stato raggirato dall’uomo. Tuttavia, il Diavolo donò a Jack un tizzone che gli illuminasse la strada nel limbo oscuro. Jack si ingegnò per far durare più a lungo quella luce e la ripose in una rapa svuotata, ricavandone così una lanterna. Da allora, nelle notti della vigilia di Ognissanti è possibile scorgere la fiammella di Jack, che vaga alla ricerca della sua strada.

Da allora Jack fu soprannominato Jack O’Lantern (ma anche Hob O’Lantern, Fox Fire, Corpse Candle, Will O’ The Wisp).
Si sarà notato che nella leggenda si parla di una rapa e non di una zucca. La spiegazione a ciò sta nel fatto che gli irlandesi sbarcati in America non ebbero più a disposizione il loro tubero e ricorsero, quindi, alle grosse zucche gialle, facilmente reperibili nella nuova terra e ben più grandi.

(tratto da irlandando.it)

Quali film guardare ad Halloween? Ovviamente film horror 🙂 Quindi via a tutta la saga di Halloween, oppure tutta la saga di Nightmare, Il Corvo, Shining (adoro!), Dracula di Bram Stoker, It (aiuto i clown….), Saw, L’esorcista, Psycho…..

Ma possiamo anche guardare film meno paurosi: Beetlejuice, Edward mani di forbice, The Nightmare before Christmas, La sposa cadavere, Casper, Frankenstein Junior…

Quali sono i vostri programmi per questa notte?

 

Going to Barcellona: cosa contiene il mio beauty?


Ciao a tutti 🙂

Questa sera parto per una breve vacanza a Barcellona in compagnia della mia migliore amica. Contrariamente al mio solito questa volta ho deciso di organizzarmi preventivamente per far sì che il mio beauty non pesasse più della valigia 😀

Mi sono quindi messa alla ricerca per tempo di mini taglie di prodotti accettabili da portare con me, e anche di qualche campioncino che in occasione di viaggi non particolarmente lunghi tornano sempre utili!

Cosa conterrà quindi il mio beauty?

fullsizerender

Ho cercato di non dimenticare niente. Poco trucco perchè alla fine saremo in giro tutto il giorno a visitare questa meravigliosa città, quindi porto con me una base leggera, in questo periodo sto provando la NF cream di Alkemilla, la mia fidata cipria indissolubile di PuroBio, la palettina autunno sempre di PuroBio per magari fare un leggero trucco occhi alla sera ed il mio amatissimo mascara Puro di Deborah con il quale mi sto trovando molto bene (è già il secondo che compro). Anche per i pennelli da trucco come vedete lo stretto indispensabile. Un pennello angolato, il pennello doppio della palette naked II di Urban Decay e quello per sistemare le ciglia e le sopracciglia.

Ho trovato poi all’OVS tempo fa una pochettina di prodotti So’Bio che conteneva tre minitaglie: crema giorno, crema notte e acqua micellare all’Aloe Vera. Perfette e poco ingombranti. Al Sana ho poi preso il set di minitaglie di Maternatura con lo Shampoo all’enothera (che sarà appositamente diluito nel mini spargishampoo di Biofficina Toscana), il bagnodoccia rilassante alla lavanda e la lozione per il corpo ai fiori di cotone, oltre ad un campioncino di impacco per i capelli alla passiflora. Ovviamente il fidato contorno occhi de I Provenzali, e poi dei campioncini di balsamo. Immancabile la Phyto 7 che non manca mai nella mia routine capelli e per ultimo il deo verberino di Radici Toscane che non ho mai provato e spero non mi tradisca!

fullsizerender-2

Sempre all’OVS ho poi trovato una minipochette di prodotti della Sensure, perfetta per completare il mini beauty! La pochette contiene: salviette struccanti, salviette multiuso, detergente intimo, un bagnoschiuma, spazzolino denti da viaggio e dentifricio! Tutto in pochissimo spazio. E ovviamente per ultimo non poteva mancare il Clarisonic nella sua elegante confezione da viaggio!

Mi pare proprio di non aver dimenticato nulla…. ed in questo modo dovrei avere più spazio nella valigia per comprare tante cosine, ho visto che a Barcellona c’è il negozio fisico di Natura Siberica e spero di riuscire ad includerlo nei nostri giri.

A presto!

 

Hobby Show – Milano – dal 30/09 al 02/10


2016_slide_hsmi_3363x1246

Si svolge questo week end a Fiera Milano City Hobby Show, una delle più importanti manifestazioni riguardanti la creatività.

Si tratta della ventisettesima edizione della manifestazione, con centinaia di workshop organizzati dagli espositori e dalle diverse associazioni.

Novità di questa edizione, The Glass Show, una rassegna dedicata all’arte vetraria e alle creazioni artistiche in vetro tra esposizioni di opere uniche e possibilità di imparare le fondamenta di quest’arte.

Orari: 9.30 – 19.00

Biglietto: 8 € prezzo pieno, ma sul sito www.hobbyshow.it/milano trovate il buono sconto da 3 €

Comodissima la metro Lilla per raggiungere il padiglione nr. 4 (fermata Portello)