I prodotti finiti di Gennaio


Ciao ragazze,

eccoci al consueto appuntamento mensile con i prodotti terminati nel mese 🙂

fullsizerender-1

Khadi Olio di Amla: l’ho usato per fare i miei consueti impacchi ai capelli. E’ un olio molto denso, dal colore scuro e dall’odore pungente che potrebbe risultare non piacevole a molti nasi (anche al mio in effetti). Ha un ottimo potere ricostituente e lucidante del capello, e dopo il lavaggio i miei capelli erano davvero morbidi e lucidi. Non credo di ricomprarlo proprio per via dell’odore a me non particolarmente gradito

La Saponaria shampoo extra vergine ai semi di lino: è una riconferma, lo avevo già usato in passato e l’ho ricomprato quando c’è stata la promozione in uscita con i nuovi balsamo. Mi piace davvero tanto, lo uso diluito ed i miei capelli risultano poi soffici e leggeri.

Naturaequa bagno doccia agrumi e cannella: quando l’ho visto al Sana non ho saputo resistergli… cioè agrumi e cannella amore allo stato puro ❤ E’ un buon bagno doccia, delicato dalla buona profumazione (ovviamente per me che amo agrumi e cannella) lava bene, non mi ha procurato fastidi alla pelle La profumazione non è molto persistente

Antos tonico astringente: sebbene io non abbia la pelle grassa (anzi….) l’ho comprato per il problema dei pori dilatati e devo dire che lo trovo davvero efficace. Buon prodotto ad un prezzo più che onesto

Nacomi scrub viso al corindone, olio di marula e mango specifico per pelle secca ad azione anti age: ora sull’azione anti age non posso pronunciarmi, però lo trovo un ottimo scrub anche abbastanza delicato. E’ uno scrub che massaggiato si trasforma in una cremina da lasciare in posa qualche minuto e poi sciacquare via. Regala una pelle liscia e luminosa

Biokap tinta nel colore castano dorato: l’ho voluta inserire perchè mi ci sono trovata davvero bene. Mi piace tantissimo che nella confezione sia contenuto, oltre al consueto kit colorazione con i guanti, anche una crema grassa da applicare lungo l’attaccatura dei capelli per evitare di macchiarsi ed anche una pratica mantellina in plastica per non sporcare i vestiti. Il colore mi piace molto, non puzza particolarmente, e mi sembra stia durando abbastanza.

Lush scrub labbra santa baby: era l’edizione natalizia dei famosissimi labbrasivi, rosso con i brillantini. Buono

Yves Rocher crema mani al mandarino e spezie: ottima profumazione, davvero buona (ma ancora agrumi e cannella volete vincere facile con me!) Inci stendiamo un velo pietoso ma per una volta e con una minisize in omaggio possiamo chiudere un occhio 😉

 

fullsizerender

Phitofilos impacco emolliente: ottimo. Si prepara mescolando la polvere con acqua calda e poi aggiungendo tre cucchiai di yougurt bianco. Si lascia in posa per almeno 30 minuti e poi si sciacqua (io lascio tutta notte). I capelli risultano idratati, disciplinati, morbidi Non lascia odore sgradevole. Io l’ho usato in due volte

Esselunga dischetti di cotone: sono gli unici con i quali mi trovo davvero bene, hanno il bordino cucito quindi non si sfaldano e sono molto grandi

Kiko maschera per le labbra: le avevo comperate con i saldi dell’anno scorso ed il fato che le abbia ancora lì da terminare dovrebbe dire qualche cosa…..

Montagne Jeunesse maschera peel-off al cetriolo: la definirei rinfrescante. Mi è piaciuto che sia sia staccata veramente facilmente senza lasciare gli odiosissimi pezzettini che non vengono via

Helidermina maschera alla bava di lumaca con acido ialuronico e aloe vera: una vera sferzata di idratazione per la pelle stanca e secca. Molto buona, ben imbevuta, non lascia l’effetto appiccicaticcio

Sephora maschera viso al loto: anche lei ben imbevuta, mediamente idratante

Ahava extreme radiance lifting mask: ne ho sentito parlare talmente tanto che ovviamente l’ho voluta provare. A me è sembrata una maschera nella media non l’ho trovata così eccezionale. Trovata al Tigotà.

Dizao maschera effetto boto: ormai si sa che amo le maschere Dizao quindi non posso che parlarne bene anche se fra tutte quelle che ho provato è quella che forse mi è piaciuta di meno, sarà anche perchè contiene come mantenimento una crema piuttosto grassa invece del consueto siero leggero

Omia salviettine struccanti all’olio di argan: anche loro sono una continua riconferma. Sono grandi, ben imbevute e di un tessuto resistente. Inoltre hanno la doppia chiusura che garantisce che rimangano ben bagnate fino all’ultima.

Yogi tea choco tea: assieme a zenzero e limone è la mia preferita tra le tisane Yogi. Calda, speziata ed avvolgente perfetta per le giornate fredde.

Yogi tea Christmas collection: una selezione di 12 varietà la trovo un’ottima idea sopratutto per chi magari non le ha mai provate e non sa quale gusto scegliere.

Bene anche per questo mese è tutto, voi avete mai provato qualcuno di questi prodotti? Come vi siete trovate?

I prodotti finiti di Dicembre


Ciao ragazze 🙂

Spero abbiate passato delle buone feste. Iniziamo il nuovo anno qui sul blog con la recensione dei vari prodotti che ho terminato nel mese di Dicembre. I prodotti non sono tantissimi in realtà, quello che fa la differenza sono le maschere. Come ho già avuto modo di dirvi nell’articolo sulla mia skin care aggiornata, ho integrato appunto la mia skin care routine con i passaggi che mi mancavano della routine coreana, e questa routine prevede ogni sera l’applicazione di una maschera idratante in tessuto. Ecco spiegato il perchè del cimitero delle maschere ^_^

Qualikos balsamo all’olio di Argan: ho fatto davvero tanta fatica per smaltirlo, e più volte ho pensato di cedere e di buttarlo ma la mia anima eco me lo ha impedito. Però per me ragazze è davvero stato un prodotto terribile. Non districava una cippa, non mi piaceva l’odore, ne dovevo usare poco perchè altrimenti mi appesantiva terribilmente i capelli….. ed usandone poco è durata un’infinità… che dovrebbe essere un pregio…. se non odiate il prodotto 😀 #ciaone

Khadi shampoo all’amla: questo shampoo anche lui mi è durato tantissimo perchè ha una consistenza molto molto densa e quindi va diluito abbastanza. Ha un’odore molto forte che è il motivo per cui, nonostante abbia amato molto l’effetto sui capelli, non lo ricomprerò. Lasciava i capelli morbidi, puliti e davvero molto luminosi. Ma l’odore permaneva sui capelli fino al lavaggio successivo. #peccato

Tesori d’oriente doccia crema nella profumazione vaniglia e zenzero del Madagascar: mi è piaciuta davvero tanto. Non è un prodotto bio proprio per niente, ma sui prodotti a risciacquo non sono così selettiva. La profumazione è molto speziata, persistente, calda ed avvolgente.

Dr. Organic detergente viso ai sali del mar morto: adoro questo brand e sopratutto la linea ai sali del mar morto. E’ un buon detergente che potrebbe risultare aggressivo su pelli sensibili. Deterge bene lasciando la pelle morbida. Non mi ha dato la sensazione di pelle che tira. Inoltre la confezione è davvero molto grande, si usa poco prodotto per volta, può risultare un buon investimento perchè è praticamente infinito.

L’Oreal mascara manga: è tra i miei mascara non bio preferiti. Mi piace come mi lascia le ciglia, belle nere e volumizzate

L’occitane balsamo labbra al karitè: non so quante confezioni ho già finito di questo brand, idrata e protegge bene dal freddo. Può causare dipendenza 🙂

Arangara scrub viso olivo e rose: non mi è piaciuto molto a partire dalla profumazione che mi aspettavo diversa. Lo scrub direi che è senza lode e senza infamia e sinceramente da un prodotto con un tale prezzo mi aspetto davvero molto di più

Pannetto per il viso in fibra di bamboo: lo adoro anche se ora lo sto tradendo con il pannetto di Human & Kind…. ma il primo amore non si scorda mai. Questi pannetto sono un valido aiuto nella detersione profonda ma delicata della pelle e davvero non so come ho fatto a vivere senza per tutti questi anni

Dischetti cotone Esselunga: sempre loro i miei preferiti non si sfaldano costano il giusto

Balea maschera miele e latte: in teoria doveva essere nutriente ma effetto non pervenuto #ciaone

Domus Olea Toscana maschera purificante sebo lift: amo questo marchio e amo questa linea, sto facendo il trattamento completo usando anche il sapone detergente e la crema rigenerante notte e trovo davvero siano ottimi prodotti. Questa confezione mi è bastata per 4 utilizzi

Alkemilla maschera viso antiage: buonissima anche questa, a differenza delle altre maschere questa alla fine non va rimossa perchè viene praticamente assorbita dalla pelle che rimane luminosa e compatta

Neve Cosmetics crema sublime l’ho usata sopratutto ai lati della bocca dove ho delle zone di cute particolarmente secche, ha fatto il suo lavoro

Erboristica maschera viso all’argilla rossa, effetto purificante mi è piaciuta molto, ha un buon Inci, non mi ha seccato la pelle, nè mi ha creato arrossamenti o altro. Non costa molto e la confezione contiene due bustine, quindi due applicazioni.

Fria trattamento viso rigenerante: terrificante. La maschera era praticamente secca non vedo come mi potesse idratare…. non classificata

Sephora maschera viso all’avocado: queste maschere di Sephora mi piacciono molto, sono ben imbevute aderiscono bene e lasciano la pelle luminosa. Ne ho prese un po’ approfittando dello sconto del 20%

TonyMoly maschera al pomodoro: non le ricomprerò mai più non valgono i soldi che costano. Per carità sono ben imbevute e la confezione è davvero carina (maledetto marketing!) ma il costo qui in Italia è davvero ingiustificato.

Fria trattamento purificante idem come quella precedente. Questa è una specie di salviettina da passare sul viso che dovrebbe contenere acido glicolico. Queste robe della Fria sono davvero pessime

Nivea pelli secche e sensibili l’ho usata sempre ai lati della bocca e ha aiutato a tenere a bada il problema di desquamazione di quella zona

Sephora patch occhi al tè verde come per quelle viso li trovo ottimi ben imbevuti aderiscono bene e lasciano il contorno occhi idratato

Maschera di non so che marca coreana presa alll’OVS alla bava di lumaca (ovviamente presa per il panda che svetta in alto *-*) ben imbevuta ma non è che abbia avuto questo effetto wow e l’inci è inclassificabile 😀

Maschera viso idratante e nutriente al latte d’asina: mi ha fatto un po’ senso perchè è tanto tanto viscida e insomma la sensazione quando la applicate non è delle più felici, però è davvero tanto nutriente

Garnier Hydra bomb: ne ho già parlato credo il mese scorso, mi piacciono davvero tanto

Dizao altra marca di maschere in tessuto che amo questa era quella che doveva avere effetto botox (che non ha avuto ovviamente ^^) però è molto nutriente e adoro sempre lo scomparto segreto i siero che aiuta a mantenere l’effetto nei giorni successivi

Voi avete avuto modo di provare qualcuno di questi prodotti? Quale è stata la vostra esperienza?

 

La mia skin care – aggiornamento


Ciao ragazze,

oggi volevo parlarvi di come ho modificato la mia skin care rispetto al precedente articolo che avevo pubblicato qui un paio di mesi fa.

Ultimamente si è parlato molto della routine coreana per la cura della propria pelle, girovagando un po’ per i vari blog e guardando video su you tube mi sono resa conto che la mia skin care già includeva alcuni dei 10 passaggi indicati nella routine coreana. Siccome sono una delfina curiosa 😀 ho quindi deciso di integrare i passaggi che mi mancavano e da un paio di settimane sto anche io seguendo le 10 regole. Non interamente, perchè ad esempio per la mia pelle fare tutte le sere il peeling, sebbene utilizzando peeling poco aggressivi, risulta comunque troppo.

In che cosa consiste la routine coreana? Si tratta di 10 passaggi che servono, attraverso appunto 10 step, a detergere, esfoliare, nutrire ed idratare la nostra pelle. Queste 10 coccole dovrebbero garantirci una pelle compatta, levigata e luminosa.

Vediamo quindi quali sono questi step e quali sono i prodotti che io sto utilizzando.

FullSizeRender.jpg

  1. Struccare con detergente oleoso. Bene o male lo facciamo un po’ tutte, ormai i detergenti bifasici sono entrati nella routine un po’ di tutte. Io attualmente, però, sto in realtà continuando ad utilizzare il burro struccante alla camomilla di The Body Shop. A contatto con il calore delle mani questo burro, infatti, si trasforma in un delicatissimo olio. Se ho un trucco più scuro sugli occhi passo comunque prima il bifasico, ed in questo momento sto utilizzando Soi di Miss Trucco Green Ethics, con il quale mi sto trovando molto bene (a differenza dei loro pad riutilizzabili). Medito, finito il burro di The Body Shop, di utilizzare l’olio struccante di Nacomi che ho comprato in occasione del Sana e che non ho ancora provato.
  2. Detergere con un detergente schiumogeno. Ho terminato da poco il detergente ai sali del Mar Morto di Dr. Organics e attualmente sto utilizzano la crema sapone sebo-lift di Domus Olea Toscana (anche se non è propriamente schiumogeno)
  3. Esfoliare con un peeling leggero. La routine indica di farlo tutte le sere, io ho provato ma non mi trovo, per cui l’esfoliazione la faccio due volte a settimana utilizzando lo scrub viso anti age di Nacomi
  4. Ora che la nostra pelle è perfettamente detersa, la routine ci indica di utilizzare una maschera purificante. Anche qui, farlo tutte le sere alla mia pelle non mi piaceva, per cui lo faccio due volte a settimana, esattamente dopo aver fatto il peeling. Sto usando la maschera purificante riparatrice sebo lift di Domus Olea Toscana. Qui ci possiamo prendere quei 10-15 minuti di relax.
  5. Una volta sciacquata la maschera, è giunto il momento del tonico. Contrariamente alle nostre usanze, e coreane non utilizzano i pad di cotone per applicare il tonico. Ne mettono una piccola quantità sulle mani e poi lo picchiettano sul viso. Ho provato e devo dire che in effetti, oltre al minor spreco di prodotto, mi sembra che il tonico agisca meglio. Il tonico che sto usando in questo periodo è il tonico astringente di Antos
  6. Questo è il passo più difficile per noi europee. Qui si dice di utilizzare un’essenza. Un prodotto che da noi non è utilizzato a metà tra un latte ed un siero. Pare si possano utilizzare anche gli idrolati, motivo per cui io sto usando l’idrolato di Rose de La Saponaria.
  7. Ora è giunto il momento del nostro siero preferito. Io di sera uso l’aluronic serum di Bioearth, un concentrato di aloe e acido ialuronico.
  8. Arriviamo ad una cosa che io amo tantissimo. Ora per 20 minuti ci possiamo sdraiare, chiudere gli occhi, e rilassarci. Il tutto indossando una bella maschera in tessuto, idratante o nutriente. Qui c’è l’imbarazzo della scelta ormai, io sono innamorata delle maschere in tessuto di Dizao ma davvero ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche. Ricordate che una volta trascorsi i 20 minuti non dovete risciacquare il viso (altrimenti che abbiamo fatto a fare tutti i passaggi precedenti???) Se ci sono residui della maschera, massaggiate e attendete che vengano assorbiti dalla pelle 🙂
  9. Penultimo passaggio, dai che avete quasi finito! Contorno occhi, io sto ancora terminando il Midnight Recovery di Kiehl’s e credo che una volta terminato lo ricomprerò perchè mi ci sono trovata divinamente.
  10. Per ultimo, ovviamente, applichiamo la nostra crema viso preferito. In questo periodo sto utilizzando la Rhodiola Rose di Natura Siberica

E’ vero, sono tanti passaggi, ma il tutto, comprese le pause per le maschere, non vi porta via più di 45 minuti, e 35 son dedicati alle maschere. Non è una routine impossibile da seguire se non la si vive come obbligo, ma piuttosto come piacere. E vi posso assicurare che i risultati si vedono già dopo pochi giorni.

Al mattino io salto alcuni passaggi ovviamente. Non ho bisogno di struccare per cui per me la sequenza del mattino è 2, 5, 6, 7, 9, 10. Cambiano alcuni prodotti e precisamente per il punto 7 utilizzo un siero di Natura Siberica, il Sophora Japonica Face Serum che contribuisce  a minimizzare i pori dilatati, per il punto 9 il contorno occhi da giorno è ancora quello alla rosa mosqueta de I Provenzali e il punto 10 lo spunto usando la crema da giorno di Natura Siberica Snow Cladonia.

Voi avete mai provato a seguire questa routine?

I prodotti finiti di Novembre


Ciao ragazze!

Eccoci al consueto appuntamento con i prodotti finiti del mese. Questo per me pare essere stato il mese delle maschere, ne ho usate parecchie, ma è sempre così in inverno, o comunque con l’arrivo dei primi freddi, la mia pelle tende a diventare particolarmente secca, in alcuni punti addirittura squamosa (si lo so fa schifo….) e quindi devo tenerla parecchio idratata.

Bando alle ciance e passiamo alla prima foto!

15317885_10154687566974536_6870327536621697828_n

Arangara bagno doccia rigenerante al bergamotto e menta: non mi ha fatta impazzire. Non è che faccia schifo ma da un prodotto con questo costo mi aspetto decisamente di più. Lava (ma fa poca schiuma per i miei gusti) ed è delicato però la profumazione non persiste per niente, nemmeno 5 minuti. Insomma di sicuro non lo ricomprerò

Biofficina Toscana latte tonico bifasico: devo ringraziare tantissimo Elena di Thymiama Milano per avermi consigliato questo prodotto. Ho provato tantissimi bifasici e praticamente tutti mi facevano bruciare gli occhi o mi facevano quell’antipatico effetto di occhio appannato. Con questo bifasico invece ho finalmente trovato la pace dei sensi. Strucca molto bene, non lascia la patina di unto e non brucia.

Schmidt’s deodorante bergamotto-lime: amo profondamente i deodoranti di questa marca perchè su di me durano tantissimo, resistendo persino ai 45 intensi minuti di zumba senza farmi uscire dalla sala come un sacco maleodorante 🙂 So he ad alcune persone causano rossori od irritazioni, io si vede che ho la pellaccia dura

Human and Kind detergente viso: ho preso questa minisize da Sephora ormai un mesetto fa (non pensavo sarebbe durata tanto) in una confezione che comprendeva il detegente, una crema idratante ed il magico pannetto. La crema ancora non l’ho usata, ma posso dire che nutro un profondo amore sia per il detergente che per il pannetto (del pannetto parleremo approfonditamente nell’articolo sui pad e pannetti che ho già pronto e scritto…. mi mancano solo le foto!). Questo detergente è molto delicato e rinfrescante, lava bene, non lascia la pelle con l’antipatico effetto “pelle che tira” ed abbinato al pannetto lascia la pelle profondamente detersa.

Yves Rocher deodorante all’aloe: anche questo deodorante mi piace molto, ha una profumazione delicata. Lui non resiste a zumba, ma tiene comunque tutto il giorno.

Maternatura maschera capelli ai semi di girasole: questa è LA maschera per capelli e stop. Idrata, districa, disciplina e lascia i capelli profumatissimi per giorni.

Le erbe di Janas elisir ristrutturante: forse ho sbagliato io l’uso (l’ho usato per diluire lo shampoo) o forse non ho capito questo tipo di prodotto. Mi aspettavo un effetto wow e infine non mi sembra di aver ottenuto alcun risultato. Ne ho altri da provare quindi vediamo se magari usandoli negli impacchi per capelli che stanno in testa per più tempo sortiscono qualche effetto.

Marvis dentifricio alla cannella: lo amo. Io amo la cannella per cui qualunque cos ami va bene ma lui non è per nulla fastidioso e lascia la bocca fresca.

Alkemilla detergente al bamboo: è la mia profumazione preferita. Questo detergente poi è multi uso mani, viso, intimo, corpo. Top!

Bio Happy shower gel Fizzy Lime: bhè io amo le profumazioni agrumate quindi di lui mi sono innamorata subito. Buona schiuma, buona detergenza ma profumazione che ahimè non resiste tanto. Peccato.

Ed ora passiamo al reparto maschere…..

15355694_10154687566979536_9104833149656214120_n

Ecco si due o tre cosine…..

Dott. Taffi integratori per capelli al miglio: io non li mollo più. Ho provato tantissimi integratori ma questi sono gli unici che mi hanno dato effetti tangibili.

Pupa Vamp mascara: mi piace molto come enfatizza le mie ciglia scarsine

Tony Moly maschera all’aloe: allora mi aspettavo meraviglie da questa maschera anche perchè non è che costino due lire. Idratare idrata ma anche qui per questo prezzo mi aspettavo molto di più. Packaging molto carino

Sephora maschera occhi al melograno: non sono ovviamente paragonabili alla maschera occhi di Dizao ma mi hanno lasciato il contorno occhi ben disteso ed idratato.

Dizao ne ho parlato in un articolo dedicato qui

Essence cerottini per rimuovere i puntini neri (e vai con lo schifo in questo articolo ahahah) siccome non compero più niente della Nivea da quando hanno fatto il casino con Neve ho comperato loro anche se non mi sembrano così efficaci, purtroppo, come i loro cugini

Maschera Panda di non so che marca, l’ho trovata all’OVS ed era troppo carina e pucciosa per non prenderla (maledetto packaging che hai sempre la meglio su di me!). La maschera è decisamente troppo imbevuta, al punto che bisogna pulirsi con del cotone di tanto in tanto perchè tende a colare, però idratare idrata e poi volete mettere diventare panda per 20 minuti???

Garnier Hydra Bomb mi sono piaciute molto, imbevute il giusto ed abbastanza idratanti. Non mi pronuncio sull’effetto opacizzante perchè non credo che con un’applicazione di 15 minuti ci si possa aspettare il miracolo.

Per questo mese è tutto, non mi sembrava di aver consumato così tante cose.

 

Dizao Maschera Occhi in cotone Golden Placenta


Ciao ragazze!

Oggi avevo in programma di pubblicare l’articolo sui pad e panni in cotone riutilizzabili, ma visto che il tempo e la luce non collaborano (è impossibile fare delle foto degne di questo nome) ho deciso di parlarvi di questa maschera occhi in cotone di Dizao.

 

0670dc1a-39af-4a19-acd8-403d1ee5c9b0

Si tratta per l’appunto di una maschera in cotone, all’interno della confezione trovate due pad in cotone da applicare sul contorno occhi e da lasciare in posa per 15 minuti.

I pad sono molto ben imbevuti, come sempre in tutte le maschere di Dizao che ho avuto modo di provare. Se aprite bene la confezione li potete utilizzare almeno per un paio di volte (ovviamente non a distanza di settimane tra un uso e l’altro…..) basterà riporre con cura i pad all’interno della confezione sigillandola, per riutilizzarli il giorno dopo.

Questo è l’Inci dei pad: AQUA, GLYCERIN, HAMAMELIS VIRGINIANA EXTRACT, SHEEP PLACENTA PROTEIN, COLLAGEN, ANGELICA DAHURICA EXTRACT, ALGAE, BIOGOLD, ASCORBIC ACID, PHENOXYETHANOL, TOCOPHEROL, HYALURONIC ACID, TREMELLA FUCIFORMIS POLYSACCARIDE ,TREMELLA FUCIFORMIS ( MUSHROOM) EXTRACT, PLANT COLLAGEN PROTEIN, HYDROLYZED WHEAT PROTEIN, BUTYL BENZOATE, ETHYL BENZOATE, ISOPROPYL BENZOATE, METHYL BENZOATE, PURFUM

Sempre nella confezione, in uno “scomparto” separato, trovate poi un siero da applicare sul contorno occhi. Ne basta davvero pochissimo, ed il siero contenuto vi basterò per almeno 10 giorni!

Questo l’Inci del siero: AQUA, GLYCERIN, ROSA CANINA FRUIT OIL, COLLAGEN, HYDROXYETHYLCELLULOSE, TOMATO (SOLANUM LYCOPERSICUM) EXTRACT, GRAPE (VITIS VINIFERA) EXTRACT, WILD CHERRY ( PRUNUS SEROTINA) EXTRACT, HONEYSUCKLE (LONICERA CAPRIFOLIUM) EXTRACT, PERSIMMON (DIOSPYROS KAKI) EXTRACT, HYALURONIC ACID, TREMELLA FUCIFORMIS POLYSACCARIDE ,TREMELLA FUCIFORMIS ( MUSHROOM) EXTRACT, PLANT COLLAGEN PROTEIN, HYDROLYZED WHEAT PROTEIN, PANTHENOL, ASCORBIC ACID, PHENOXYETHANOL, PHOSPHOLIPIDS, TOCOPHEROL, BUTYL BENZOATE, ETHYL BENZOATE, ISOPROPYL BENZOATE, METHYL BENZOATE, CERAMIDE3, PURFUM.

L’effetto di maschera e siero è idratante, levigante e ringiovanente A fine applicazione, e nei giorni successivi utilizzando il siero, avrete un effetto tensore sul contorno occhi, lo vedrete più compatto, luminoso, idratato. Non avendo occhiaie particolarmente evidenti non vi posso dire granchè su di loro, ma io ho notato un leggero schiarimento vicino al condotto lacrimale. Ho notato che alcune piccole rughette sono meno evidenti e posso dire che ho effettivamente visto il mio contorno occhi più disteso e luminoso.

Le trovate on line sulla gran parte degli e-commerce che tengono Dizao come marchio e, per il costo che ha, io sinceramente vi consiglio di provarle almeno una volta.

Ciao a tute e speriamo settimana prossima di riuscire a fare le foto dei paddini riutilizzabili!

I prodotti finiti di Settembre


Puntuale come ogni fine mese il classico appuntamento dei prodotti finiti del mese.

Mi sto impegnando a terminare i prodotti che ho già aperto (e sono numerosi) prima di iniziare quelli nuovi (che sono anch’essi numerosi!)

Partiamo dai campioncini. Certo perchè come se non avessi già abbastanza prodotti full size ho anche una mostruosa quantità di campioncini da smaltire. Che poi i campioncini per una come me sono davvero un’arma a doppio taglio, che metti che un prodotto mi piace (e questo mese è successo) e poi che fai? La full size non la comperi?

14492577_10154482907389536_2717209559731028892_n

  • Dr. Organic Virgin Coconut Oil Night Cream: premetto che probabilmente non è adatta alla mia pelle o forse quando l’ho provata era ancora troppo caldo. Ne ho comunque un secondo campioncino che aspetto di provare quando le temperature saranno un filo più rigide. La mia pelle l’ha rigettata, nel senso che dopo poco che l’avevo stesa me a ritrovavo nuovamente in faccia sotto forma di non simpatico sudore. Inoltre mi sarebbe piaciuto si sentisse di più la profumazione di cocco (amo il cocco *-*)
  • Dr. Organic Tea Tree Toothpaste: ero molto curiosa di provare questo campioncino, infatti l’ho aperto la sera stessa in cui sono rientrata dal Sana (dove appunto mi hanno dato i suddetti campioncini). Sapore gradevole ma campioncino troppo piccolo per poter apprezzare effettivamente la bontà del prodotto. Aggiungo che il campioncino era davvero scomodo da maneggiare ed impossibile da stendere sullo spazzolino
  • Dr. Organic Moroccan Argan Oil Shampoo: lui mi è piaciuto molto e sono riuscita a farci due lavaggi diluendolo (come sempre con gli shampoo). I capelli sono risultati ben puliti, luminosi e morbidi. Anche la profumazione era gradevole, ma non persistente
  • Alkemilla maschera per capelli ristrutturante fragola e panna: avevo grandi aspettative da questo campioncino perchè ho letto sempre e solo commenti molto entusiastici sopratutto sulla profumazione particolarmente golosa e comunque Alkemilla è uno dei miei marchi bio preferiti. La maschera è nutriente e districante ma purtroppo io la tanto osannata profumazione non l’ho sentita. Avevo comunque già comperato la full size (assieme a quella al mirtillo che sto attualmente usando) e quindi mi riprometto eventualmente di cambiare idea
  • Dizao maschera all’acido ialuronico (che non so come sia finita nella foto dei campioncini): l’ho semplicemente amata. La maschera in tessuto all’interno è molto (molto) imbevuta ed infatti io sono riuscita ad utilizzarla per ben due volte (dopo il primo utilizzo l’ho piegata e riposta nuovamente nella confezione risigillandola ed utilizzandola nuovamente dopo pochi giorni). La confezione poi ha anche un vano (si potrà definirlo vano?) separato contenente un siero all’acido ialuronico davvero molto buono. Dopo l’utilizzo la mia pelle era luminosa, compatta, morbida e levigata. Peccato che si faccia un po’ di fatica a trovarle on line queste maschere, credo ne farò una buona scorta (sono un po’ malata di maschere viso)
  • Nivea cerottini per i puntini neri (si anche questo non è un campioncino…..): e lo so Nivea…. ma purtroppo sono gli unici cerottini che mi facciano davvero effetto. Credo che tutti li conosciamo e non mi dilungherei ulteriormente.

Questi sotto invece sono i prodotti full size terminati, e come vedete contengono anche cose decisamente poco bio.

14449814_10154482907564536_5855069802693979478_n

In effetti sono rigorosa sul bio solo per quanto concerne i prodotti viso e capelli, sul resto sono abbastanza neutra.

  • Yndaco soak-off remover: si tratta di acetone per poter rimuovere lo smalto semipermanente. L’ho trovato buono (per quanto possa essere buono l’acetone insomma), ha rimosso perfettamente tutte le mie manicure senza problemi, non ho notato danni alle unghie e la profumazione non era sgradevole.
  • Dr. Taffi Mousse detergente Camelia Chic: io e le mousse non andiamo d’accordo. Ho sempre l’impressione che non mi lavino del tutto. Aggiungiamo inoltre che a poco più della metà della confezione non mi usciva più una soffice mousse ma un liquido marroncino. Peccato perchè mi piaceva molto la profumazione delicata e anche abbastanza persistente
  • Omia maschera capelli all’olio di argan: mi è piaciuta molto, in generale trovo che le maschere Omia offrano un buon compromesso prezzo/qualità (mi sono trovata però malissimo con i loro shampoo). Di questa maschera adoro la profumazione, che si miei capelli dura a lungo. Inoltre dopo l’uso i capelli risultano ben disciplinati e morbidi. Ora ho altre millemila maschere da finire, ma sicuramente io e lei ci rivedremo
  • Sante Shampoo all’arancia e cocco: lui è uno dei miei preferiti, l’ho già ricomprato più volte. I miei capelli lo adorano, rimangono puliti fino a tre giorni (tre giorni!). L’unica cosa che non mi piace è che la profumazione di cocco sia praticamente inesistente.
  • Garnier bagnodoccia limone e fiore di sambuco: decisamente non bio e, visti tutti i PEG contenuti, direi anche forse non troppo ultradelicato. Adoro le profumazioni agrumate e quindi quando l’ho visto sullo scaffale del supermercato le mie mani sono state più veloci del cervello e l’hanno afferrato e buttato nel carrello (cattive mani cattive!). La profumazione mi è piaciuta davvero molto ma, e si c’è un ma, non permane una cippa sulla pelle, ma proprio niente niente! Comunque sulla mia pelle non ho notato problemi derivanti dall’Inci non proprio delicato.

Niente per questo mese è tutto e se siete arrivati fino a leggere questi saluti, complimenti 🙂