I prodotti finiti di Novembre e Dicembre


Non pensavo che acquistare casa comportasse così tante cose da fare e pianificare, cose che mi stanno portando via un sacco di tempo ed è evidente da questo blog. Comunque a fine Febbraio dovremmo finalmente traslocare e tutto dopo dovrebbe tornare alla norma 😀

Il mese scorso non sono riuscita a trovare il tempo di scrivere l’articolo e quindi questo mese razione doppia. Tra l’altro lo scrivo il 25 Dicembre….. eh si …. altrimenti me li porto avanti fino a Marzo 🙂

IMG_6183

  • Equilibra collutorio con 30% di succo di Aloe Vera, molto fresco non brucia in bocca (non contiene alcol e nemmeno Sls o parabeni). Ha un delicato gusto di menta e lascia la bocca fresca, se lo ritrovo in offerta sicuramente lo riprendo
  • Naturaequa balsamo super ammorbidente Litsea: mi è piaciuto di più il suo fratellino al Baobab che mi lasciava i capelli più districati, comunque anche lui si è comportato molto bene. Amo molto questo brand
  • Garnier Ultra Dolce acqua di cocco e Aloe Vera, senza siliconi e senza parabeni non mi è dispiaciuto l’effetto sui capelli che poi erano incredibilmente morbidi e per nulla appesantiti. Ogni tanto uno shampoo più economico ci sta
  • Phitofilos Balsamo ristrutturante gocce di seta: di questo balsamo amo in maniera particolare il profumo, dolce ed intenso e che permane a lungo sui capelli. E’ un ottimo balsamo che districa bene ed ammorbidisce i capelli lasciandoli ben disciplinati
  • Tea Natura shampoo doccia all’argilla del Marocco Ghassoul, io l’ho usato solo come shampoo e mi è piaciuto molto, mi lasciava i capelli puliti per tutto il week end (che è il periodo più lungo durante il quale non lavo i capelli, andando in palestra praticamente tutti i giorni). Ha una consistenza particolare quasi in crema ed un effetto molto rinfrescante sulla cute. Ottino
  • Gyada Cosmetics Shampoo anticrespo per capelli secchi, sto preferendo il suo fratellino purificante, di questo mi è piaciuto molto il profumo delicato e anche la delicatezza sulla cute, ma non ho visto un gran risultato per quanto riguarda il crespo.
  • Centifolia acqua micellare con estratti di Ginkgo Biloba, sembrava non finire mai….. ne basta pochissima, strucca bene il viso (non l’ho usata sugli occhi) e non lascia l’effetto appiccicoso.
  • Alkemilla detergente intimo al tea tree altro prodotto che sembrava non finire mai, buon effetto rinfrescante e deodorante. Ne serve davvero pochissimo, non mi ha causato problemi è molto delicato
  • Purobio BB cream colorazione 01 (quella dei fantasmi) è una bbream molto leggera, con un basso livello di coprenza, quello che serve per uniformare quotidianamente la pelle. A me che ho la pelle secca comunque tende ad evidenziare le pellicine, sopratutto ai lati del naso e in alcune zone del contorno labbra che sopratutto in inverno diventano estremamente secche
  • Naturaequa detergente viso per pelli secche e disidratate all’olio di melograno: buonissimo! Se avete la pelle secca questo è un toccasana. E’ un detergente non schiumoso, in formula quasi gel, profumazione delicatissima ed altro prodotto che sembra infinito nonostante il flacone sembri così piccolo. Deterge molto bene in maniera delicata, dopo la detersione la pelle non tira assolutamente. Buonissimo!
  • Nivea salviette struccanti per pelli secche e sensibili: le tengo nel borsone della palestra, semplici salviette struccanti
  • Fria salviettine struccanti bio anche loro salviettine struccanti che sono sempre presenti sulla postazione make up
  • La Saponaria siero bioattivo anti pollution con peptidi di moringa, mirtillo e acido ialuronico. Mi è piaciuto molto, ma la confezione è davvero piccina e questo siero è finito subito. Inoltre mi è caduta la confezione e si è rotto il dosatore 😦
  • Equilibra dentifricio con il 30% di succo di Aloe Vera, buono, fresco non aggressivo lascia in bocca una piacevole sensazione di fresco e pulito. Faccio fatica a trovarlo nei supermercati però
  • Bio Vegane skinfood maschera in cellulosa per pelle normale e secca con estratti di mirtillo, buona ma non eccezionale
  • Human and Kind pannetto struccante ormai lo devo accantonare perchè non è più soffice come una nuvoletta come appena comperato, comunque mi è durato tantissimo credo quasi un anno, se li trovate (mi pare ora ci siano su ecco verde) provateli perchè sono davvero un ottimo alleato nella pulizia quotidiana della pelle del viso

Colgo l’occasione per augurarvi Buone Feste, ci vediamo con l’anno nuovo!!!

Struccarsi con i pad riutilizzabili


Ciao ragazze!

Finalmente riesco a pubblicare questo articolo, è da un po’ che ci provo ma diciamo che il tempo e quindi la luce non hanno collaborato molto ultimamente. Finalmente però mi sono attrezzata con una piccola softbox presa su Amazon quindi…. tempo non mi fai più paura!

Inizio con il dire che è da parecchio tempo che uso i pad ed i pannetti riutilizzabili per struccarmi (mentre per lo smalto ovviamente uso ancora quelli classici usa e getta). Il mio passaggio ai pad riutilizzabili è stato dettato sia da una questione economica (eh si!) che da una questione ecologica.

Quando mi sono avvicinata al mondo dei pad riutilizzabili non c’era tutta la scelta che c’è oggi (i pad riutilizzabili stanno spopolando ultimamente!) e c’era anche parecchia diffidenza, insomma per anni siamo state convinte che gli unici pad che potessimo usare fossero quelli use e getta mica è tanto facile cambiare da un giorno all’altro le proprie abitudini.

I pad che troviamo oggi sui vari ecommerce sono fatti dei più disparati materiali, in genere sono in cotone biologico, in fibra di bambù, spugna o microfibra.

Ecco sulla microfibra vorrei aprire una parentesi. Gira voce che si possa utilizzare il classico panno in microfibra che viene utilizzato anche per fare le pulizie…. Ecco… no non fatelo  La microfibra non è tutta uguale e rischiate di irritare la pelle del viso (o peggio del contorno occhi!) oltre al fatto che non sapete con quali prodotti sono stati trattati questi panni, affidatevi sempre a prodotti che sono stati pensati specificatamente per il viso non per pulire i mobili. Chiusa la parentesi..

La manutenzione dei pad è piuttosto semplice, si sciacquano con acqua tiepida e sapone neutro, si lasciano asciugare all’aria e tornano belli perfetti come nuovi. Poi una volta ogni 15/20 giorni si possono lavare in lavatrice con un lavaggio delicato (senza ammorbidente!). Io ho dei pad che utilizzo da quasi due anni che sono ancora perfetti (certi affiancati a quelli nuovi si vede che non sono più bianchi bianchi ma la morbidezza è rimasta tale e quale).

I pad vanno sempre bagnati con acqua calda prima di utilizzarli, non vanno usati da asciutti. (anche perché da asciutti assorbirebbero un sacco di prodotto inutilmente).

I primi pad che ho comprato non ricordo esattamente di che marca siano comunque sono questi:

img_4127-1

Non sono tra i miei preferiti, sono sottili ed io, con il tempo, ho capito che mi trovo meglio con quelli un pochino più cicciotti. Sono comunque molto morbidi ed estremamente delicati anche sugli occhi. Trovo però che il loro uso sia scomodo, non riesco a fare bene presa sul dischetto e faccio sempre dei gran pasticci.

Questi sono anche molto simili ad alcuni pad acquistati recentemente di Colour Caramel, con la differenza che questi di CC sono molto lisci per cui prodotti cremosi come ad esempio un latte detergente tendono a scivolare via.

img_4132

Nel mio periodo “spugna konjac” ho anche acquistato i pad Konjac…. No non è stato un acquisto felice. Mentre adoro la spugna Konjac, odio con tutta me stessa questi pad (che infatti sono finiti sul ripiano alto del mobiletto…. Ben nascosti). Quando li bagnate diventano gellosi, essendo però sottili è come avere in mano un foglio di carta velina bagnato.

img_4130-1

Poi ci sono loro, i miei preferiti. Sono i pad cicciottosi di I Love The Planet. Sono morbidi, delicati, sufficientemente grandi per essere comodamente usati sia su occhi che su tutto il viso. In più il bordino lo uso per struccare bene la rima ciliare quando uso la matita nera, e questa prima era un’operazione veramente lunga e che eseguivo con l’ausilio dei cotton fioc >.<

img_4131

Gli ultimi pad che ho comprato sono quelli di Miss Trucco Green Ethic. Purtroppo a me non sono piaciuti. Esteticamente sono molto belli ma li ho trovati un po’ duri e non proprio delicati. Sul contorno occhi li sento graffiare e la cosa non mi fa piacere visto la delicatezza di questa zona. So che ci sono altri tipi di pad sempre di questa azienda, ma sono in dubbio se provarli senza averli prima potuti toccare con mano.

img_4129

Oltre ai pad, esistono in commercio anche svariati tipi di pannetti rimuovi trucco.

I primi pannetti che ho acquistato li ho presi da Thymiama a Milano. Sono subito diventati un mio must have e li ho cominciati a spacciare anche in giro alle amiche (e pure loro ne sono diventate dipendenti!) Sono pannetti riutilizzabili in fibra di bamboo, incredibilmente delicati ed estremamente efficaci. Le prime volte non ci potevo credere. Io facevo tutta la mia routine, quindi bifasico sugli occhi, micellare per il viso, detergente. Poi passavo lui….. e lui trovava ancora trucco da rimuovere! Il costo tra l’altro di questi pannetti è estremamente basso, se non ricordo male 3 euro…

img_4134

Poi qualche settimana fa sono passata da Sephora e ho trovato un kit di Human & Kind che conteneva il rinomato pannetto e la minisize del detergente e della crema idratante. Bhè…. Avevo sempre letto recensioni positive ed entusiaste di questo pannetto e posso tranquillamente confermare che si merita tutta la fama che ha. E’ morbidissimo ed è una vera e propria coccola per il viso. Anche usato da solo, inumidito solo con acqua, risulta efficace nel rimuovere residui di trucco, smog ed impurità. Aiuta a rimuovere tracce di oli (ad esempio i residui dei bifasici). E’ incredibilmente potente pur rimanendo assolutamente delicato. Mi piace molto che sia bianchissimo, perché mi permette di ammirare tutto quello che riesce a togliere. Ha una grandezza perfetta, non è né troppo grande né troppo piccolo. Non so… si capisce che lo amo?

img_4133

Durante le mie varie routine sono poi solita usare anche delle spugenttine in cellulosa, in genere le uso per rimuovere le maschere per il viso

Sono pratiche e delicate ed aiutano in maniera efficace a rimuovere i residui di maschera, sopratutto quelle peel off non fatte proprio bene che lasciano pezzettini in giro….

Ho trovato inoltre da Tigotà questa specie di manopola struccante

img_4128-1

che però come potete intuire dal tipo di trama e tessuto (e lo potevo intuire anche io prima se non fossi così compulsiva nei miei acquisti) non è proprio delicata.

Voi che fate, usate ancora i classici pad usa e getta (ditino!) oppure anche voi usate i pad riutilizzabili?

I prodotti finiti di Novembre


Ciao ragazze!

Eccoci al consueto appuntamento con i prodotti finiti del mese. Questo per me pare essere stato il mese delle maschere, ne ho usate parecchie, ma è sempre così in inverno, o comunque con l’arrivo dei primi freddi, la mia pelle tende a diventare particolarmente secca, in alcuni punti addirittura squamosa (si lo so fa schifo….) e quindi devo tenerla parecchio idratata.

Bando alle ciance e passiamo alla prima foto!

15317885_10154687566974536_6870327536621697828_n

Arangara bagno doccia rigenerante al bergamotto e menta: non mi ha fatta impazzire. Non è che faccia schifo ma da un prodotto con questo costo mi aspetto decisamente di più. Lava (ma fa poca schiuma per i miei gusti) ed è delicato però la profumazione non persiste per niente, nemmeno 5 minuti. Insomma di sicuro non lo ricomprerò

Biofficina Toscana latte tonico bifasico: devo ringraziare tantissimo Elena di Thymiama Milano per avermi consigliato questo prodotto. Ho provato tantissimi bifasici e praticamente tutti mi facevano bruciare gli occhi o mi facevano quell’antipatico effetto di occhio appannato. Con questo bifasico invece ho finalmente trovato la pace dei sensi. Strucca molto bene, non lascia la patina di unto e non brucia.

Schmidt’s deodorante bergamotto-lime: amo profondamente i deodoranti di questa marca perchè su di me durano tantissimo, resistendo persino ai 45 intensi minuti di zumba senza farmi uscire dalla sala come un sacco maleodorante 🙂 So he ad alcune persone causano rossori od irritazioni, io si vede che ho la pellaccia dura

Human and Kind detergente viso: ho preso questa minisize da Sephora ormai un mesetto fa (non pensavo sarebbe durata tanto) in una confezione che comprendeva il detegente, una crema idratante ed il magico pannetto. La crema ancora non l’ho usata, ma posso dire che nutro un profondo amore sia per il detergente che per il pannetto (del pannetto parleremo approfonditamente nell’articolo sui pad e pannetti che ho già pronto e scritto…. mi mancano solo le foto!). Questo detergente è molto delicato e rinfrescante, lava bene, non lascia la pelle con l’antipatico effetto “pelle che tira” ed abbinato al pannetto lascia la pelle profondamente detersa.

Yves Rocher deodorante all’aloe: anche questo deodorante mi piace molto, ha una profumazione delicata. Lui non resiste a zumba, ma tiene comunque tutto il giorno.

Maternatura maschera capelli ai semi di girasole: questa è LA maschera per capelli e stop. Idrata, districa, disciplina e lascia i capelli profumatissimi per giorni.

Le erbe di Janas elisir ristrutturante: forse ho sbagliato io l’uso (l’ho usato per diluire lo shampoo) o forse non ho capito questo tipo di prodotto. Mi aspettavo un effetto wow e infine non mi sembra di aver ottenuto alcun risultato. Ne ho altri da provare quindi vediamo se magari usandoli negli impacchi per capelli che stanno in testa per più tempo sortiscono qualche effetto.

Marvis dentifricio alla cannella: lo amo. Io amo la cannella per cui qualunque cos ami va bene ma lui non è per nulla fastidioso e lascia la bocca fresca.

Alkemilla detergente al bamboo: è la mia profumazione preferita. Questo detergente poi è multi uso mani, viso, intimo, corpo. Top!

Bio Happy shower gel Fizzy Lime: bhè io amo le profumazioni agrumate quindi di lui mi sono innamorata subito. Buona schiuma, buona detergenza ma profumazione che ahimè non resiste tanto. Peccato.

Ed ora passiamo al reparto maschere…..

15355694_10154687566979536_9104833149656214120_n

Ecco si due o tre cosine…..

Dott. Taffi integratori per capelli al miglio: io non li mollo più. Ho provato tantissimi integratori ma questi sono gli unici che mi hanno dato effetti tangibili.

Pupa Vamp mascara: mi piace molto come enfatizza le mie ciglia scarsine

Tony Moly maschera all’aloe: allora mi aspettavo meraviglie da questa maschera anche perchè non è che costino due lire. Idratare idrata ma anche qui per questo prezzo mi aspettavo molto di più. Packaging molto carino

Sephora maschera occhi al melograno: non sono ovviamente paragonabili alla maschera occhi di Dizao ma mi hanno lasciato il contorno occhi ben disteso ed idratato.

Dizao ne ho parlato in un articolo dedicato qui

Essence cerottini per rimuovere i puntini neri (e vai con lo schifo in questo articolo ahahah) siccome non compero più niente della Nivea da quando hanno fatto il casino con Neve ho comperato loro anche se non mi sembrano così efficaci, purtroppo, come i loro cugini

Maschera Panda di non so che marca, l’ho trovata all’OVS ed era troppo carina e pucciosa per non prenderla (maledetto packaging che hai sempre la meglio su di me!). La maschera è decisamente troppo imbevuta, al punto che bisogna pulirsi con del cotone di tanto in tanto perchè tende a colare, però idratare idrata e poi volete mettere diventare panda per 20 minuti???

Garnier Hydra Bomb mi sono piaciute molto, imbevute il giusto ed abbastanza idratanti. Non mi pronuncio sull’effetto opacizzante perchè non credo che con un’applicazione di 15 minuti ci si possa aspettare il miracolo.

Per questo mese è tutto, non mi sembrava di aver consumato così tante cose.